Contatti e Tariffe 2017-09-27T15:46:49+00:00

Prenotazioni e informazioni

Siamo reperibili via telefono!

Si ricorda che il rifugio è aperto nella stagione estiva, da Giugno a Settembre a seconda delle condizioni atmosferiche.

Telefono rifugio 0324/65313
Mobile + 39 340/7977167

Tariffe

Per il pernottamento, in tutti i rifugi CAI è d’obbligo l’uso del sacco letto, il cui costo non è incluso nelle presenti tariffe.

Tariffe Soci CAI Altri
cena/pernottamento/prima colazione € 38,00 € 46,00
Bambini Sconto sulle tariffe
0-2 anni Gratis
3-7 anni 50%
8-12 anni 30%
Il rifugio Zamboni-Zappa / Foto © rigmar@gmail.comSeggiovia / Foto di Gianni MeazzaIl sentiero nel bosco / Foto © Emanuele PaganiSubito dopo il Belvedere / Foto © rigmar@gmail.comSul sentiero verso il rifugio Zamboni-Zappa / Foto © Alberto CollecchiaSul sentiero verso il rifugio Zamboni-Zappa / Foto © rigmar@gmail.comRifugio Zamboni-Zappa / Foto © maurino_81

Come raggiungerci

Il rifugio si raggiunge da Milano tramite autostrada A4 Milano-Laghi, proseguire sulla A26 Voltri-Sempione direzione Gravellona Toce, continuate in superstrada direzione Sempione Domodossola; uscite a Piedimulera, imboccate la Valle Anzasca per Macugnaga (circa 30km) sino al termine della strada.

Lasciate la vettura nell’ampio parcheggio; una comoda seggiovia vi porterà alla quota di 1900 metri; da qui, attraversando facilmente il ghiacciaio, in circa tre quarti d’ora di cammino su un sentiero ben segnato e battuto, giungerete al rifugio

Percorsi trekking per il Rifugio Zamboni-Zappa da Macugnaga

La seggiovia permette di risparmiare un bel tratto di strada a piedi ma il Rifugio Zamboni-Zappa è anche raggiungibile via sentiero, partendo dall’ultima frazione di Macugnaga. Suggeriamo alcuni dei percorsi trekking che è possibile seguire per raggiungere il rifugio. Tutti i percorsi segnalati sono ben segnati, non necessitano di particolare equipaggiamento e offrono splendide viste panoramiche sulle nostre montagne.

Pecetto di Macugnaga – Belvedere – rifugio Zamboni-Zappa
(ore 2.45 da Pecetto, ore 0.45 dal Belvedere, E)

Seguire la larga mulattiera che segue la traiettoria della seggiovia fino alla prima stazione (Alpe Burky).

Proseguire con il sentiero che passa in una zona cespugliosa e boscosa e procedere in una macchia erbosa fino al rifugio C.A.l. Saronno situato in una verde conca.

Alla destra del rifugio riprendere il sentiero che continua nel bosco, passata una breve radura si arriva al Belvedere (1914 m).

E’ possibile effettuare questo percorso anche tramite 2 tratti di seggiovia Pecetto-Alpe Burky e Alpe Burky -Belvedere.

Dal Belvedere si prosegue con il comodo sentiero che sale leggermente a sinistra fino alla morena del Ghiacciaio.

Attraversare il ghiacciaio seguendo attentamente i segnavia e proseguire dall’altro lato con il sentiero che conduce al rifugio Zamboni-Zappa.

Pecetto di Macugnaga – Alpe Rosareccio – rifugio Zamboni-Zappa
(ore 3.00 da Pecetto, ore 1.00 da Rosareccio, E)

Seguire la larga mulattiera che segue la traiettoria della seggiovia fino alla prima stazione (Alpe Burky).

Pochi metri prima di arrivare all’Alpe Burky, quando già si vede vicina la stazione della seggiovia, seguire a sinistra l’indicazione per l’Alpe Rosareccio.

Attraversare il torrente e percorrere il ripido sentiero ben segnato che entra subito nella boscaglia fino ad arrivare in prossimità di un antico alpeggio con alcune baite ancora ben conservate.
Il sentiero riconduce nel bosco lasciando l’alpeggio alla nostra destra.

Proseguendo sul sentiero si giunge ad una radura erbosa dove a sinistra si può vedere il vecchio edificio abbandonato della stazione della funivia Pecetto-Piani Alti di Rosareccio, chiusa da diversi anni.

Pochi metri prima dell’edificio abbandonato, il sentiero piega a destra: il magnifico panorama e la lieve pendenza del sentiero, rendono questo tratto del percorso estremamente piacevole.

Giungiamo quindi all’Alpe Pedriola e arriviamo al rifugio Zamboni-Zappa.

Pecetto di Macugnaga – Alpe Roffelstafel – rifugio Zamboni-Zappa
(ore 3 da Pecetto, E)

Da Pecetto seguire le indicazioni per il rifugio Sella. Dopo circa un ora, attraversato il torrente, deviare per l’Alpe Roffelstafel quindi continuare per il Belvedere, attraversando il ghiacciaio. Dal Belvedere in 45 minuti si raggiunge il rifugio.